Chiesa di San Pietro

La chiesa di San Pietro è un luogo di culto cattolico di Diano San Pietro in provincia di Imperia, situato nel centro storico della borgata di Piazza. La chiesa è sede della parrocchia omonima del vicariato di Diano Marina della diocesi di Albenga-Imperia
Indirizzo Via Seassari, 10, 18013 Diano San Pietro IM, Italia
Punti di contatto
Cap 18013
Modalità di accesso

Accesso al pian terreno

Il primo luogo di culto del borgo di Diano San Pietro risale al periodo medievale, probabilmente al XII secolo, così come il vicino campanile in stile romanico. Questa chiesa fu consacrata il 10 ottobre 1499 dal vescovo di Albenga, monsignor Leonardo Marchesi.

Nel XVIII secolo, sulle fondamenta dell'edificio originale ormai demolito, fu costruita una nuova chiesa con una sola navata di forma ellittica e sei altari laterali in stile barocco. Furono inoltre aggiunte due cappelle sull'asse trasversale. Su progetto dell'architetto Filippo Marvaldi, l'orientamento dell'edificio originale fu invertito, con la costruzione di un nuovo coro a est e una nuova facciata sul lato opposto, che richiese la demolizione della vecchia abside. Una lapide dietro l'altare maggiore riporta l'anno 1772, a testimonianza della radicale trasformazione.

La nuova parrocchiale inglobò anche l'antico battistero ottagonale del V secolo, originariamente separato dalla chiesa medievale e integrato nella nuova struttura, sul lato sinistro dell'abside e sporgente dalla muratura esterna.

All'interno della chiesa si conserva una tela raffigurante il Martirio di San Giovanni Battista, attribuita a Giovanni Battista Paggi. Il pulpito scolpito risale al XVI secolo ed è opera di una scuola scultorea lombarda. Il sagrato esterno fu realizzato nel 1818, con vari disegni raffiguranti scene di vita dell'apostolo Pietro, realizzati dai maestri Pietro Viziano, Andrea Gilardi e Antonio Zanini. Viziano fu anche l'autore della costruzione del nuovo coro, del rialzamento dei muri perimetrali, della formazione della volta (prima inesistente), del rifacimento del tetto, delle cappelle laterali con gli altari e del pavimento. Dopo questi lavori, la parrocchiale fu nuovamente consacrata il 5 giugno 1842 alla presenza del vescovo di Albenga, monsignor Raffaele Biale.

Le decorazioni pittoriche della navata sono opera di Silvio Novaro di Diano Castello, con l'aiuto dell'aspirante pittore Aldo Trucco di Borello, mentre al pittore imperiese Tommaso Carrega sono attribuite le raffigurazioni dei santi Paolo, Marco e Luca nella fascia sopra l'organo. Tra il 1930 e il 1935, Giacomo Rolando di Diano Marina eseguì gli affreschi del presbiterio (Il Santissimo tra due angeli; la Madonna con il Bambino; San Giuseppe con il Bambino) e nel catino absidale (La pesca miracolosa).

Nelle cappelle laterali si conservano altre opere pittoriche e scultoree: La presentazione di Gesù al Tempio e san Biagio nella prima cappella a sinistra; la Madonna del Rosario tra gli angeli e i santi Domenico, Pietro e Caterina da Siena, un dipinto di Bernardo Castello collocato nell'altare della Madonna del Rosario, realizzato nel 1645 dal marmoraro Lorenzo Reddi; la Vergine del Rosario, opera del pittore Gio Batta Casanova realizzata nel primo quarto del XVII secolo; nella cappella di San Giovanni Battista ci sono due tele di Giovanni Battista Paggi: la Decollazione del Battista e la Madonna col Bambino e i santi Carlo Borromeo, Pietro e altri due santi; la statua lignea della Madonna del Carmine, nella terza cappella di destra, opera del 1769 dello scultore Francesco Ravasco.

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito?
1/2
Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?
1/2
Vuoi aggiungere altri dettagli?
2/2
Inserire massimo 200 caratteri
È necessario verificare che tu non sia un robot